Un inferno sotto l’ILVA – la denuncia di un operaio

“Ilva, sottoterra c’è l’inferno”, la denuncia shock dell’ex operaio di Taranto
ilva Taranto
“Sotto discariche e cokeriedell’Ilva c’è di tutto. La cosa più pericolosa sono i liquami scaricati. Andavo lì con la mascherina protettiva, ma non riuscivo ugualmente a respirare per l’aria satura di sostanze”.E’ un passaggio dell’intervista video a un ex operaio dello stabilimento siderurgico di Taranto – realizzata di spalle e con la voce camuffata – rilasciata a Peacelink e inserita nel portale web dell’associazione. Il lavoratore, che ha lavorato dal 2000 al 2012 nel reparto cokerie, si dice pronto a testimoniare ai magistrati, consegnando “foto e video”

Precedente STOP GLIFOSATO - MANIFESTO NAZIONALE Successivo Le acque intorno a Capraia cedute ai francesi