Crea sito

M24A-EQUITÀ TERRITORIALE, il Movimento da i numeri.

IL NOSTRO PRIMO MILIONE. M24A-EQUITÀ TERRITORIALE “DA’ I NUMERI”

Movimento 24 Agosto – Equità Territoriale

di Raffaele Vescera
Giornate record per il movimento, la reazione al minacciato scippo dei fondi al Sud da parte del governo, agli insulti razzisti di Feltri e ai vari luoghi comuni antimeridionali televisivi ha pagato: solo ieri oltre mezzo milione di persone raggiunte dai nostri post, per un totale di oltre un milione nella settimana. E per la prima volta raggiunta e superata la soglia delle 330.000 interazioni in una settimana, vale a dire quasi 50.000 al giorno. Tutto grazie all’impegno di tutti, a partire dai nostri lettori, agli autori di articoli, video, grafiche, post, segnalazioni, commenti e condivisioni. Con una crescita record di oltre 400 follower in un solo giorno e quasi 1.500 nella settimana. Così piccoli e già fastidiosi… stiamo arrivando.
*responsabile nazionale comunicazione

https://www.facebook.com/Movimento24Agosto/

I Principi del Movimento

Il Movimento 24 AGOSTO è un’associazione politico culturale che si ispira ai principi e valori della Costituzione Repubblicana e della Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo.

La stella polare del Movimento è l’Equità, intesa non solo come effettiva uguaglianza dei diritti per tutti i cittadini, ma quale compito prioritario dello Stato, delle istituzioni e dell’intera comunità, secondo quanto detta la Costituzione, perché si realizzino le condizioni morali e materiali per offrire a tutti, uomini e donne, ovunque vivano, le stesse opportunità di sviluppare le proprie doti.

Questo è il pilastro della democrazia, la molla che ne favorisce la diffusione e la base per una crescita morale ed economica equilibrata. Il valore dell’Equità è irrinunciabile, specie in questa fase del percorso umano, perché se con la globalizzazione diminuiscono le disuguaglianze fra gli Stati, quelle interne crescono sino a generare profonda ingiustizia e tensioni che portano a scontri sociali.E l’Equità è il principio ispiratore del Movimento, che si propone di raggiungere i suoi fini, organizzando attività culturali e azioni politiche nonviolente, per rendere palesi e moralmente intollerabili le disuguaglianze e effettiva e concreta l’eguaglianza.

L’Equità è un valore universale e la condizione di minorità di diritti e possibilità degli abitanti del Mezzogiorno d’Italia costituisce il più ampio e duraturo divario al mondo fra aree di uno stesso Paese, frutto di una iniqua politica ultrasecolare che ha distribuito in modo squilibrato le risorse comuni.

Ma questo non vuol dire che il Movimento sia territoriale: il principio vale per qualsiasi area e popolazione penalizzata rispetto ad altre. Il fine del Movimento non è privilegiare un territorio, ma eliminarne il ritardo imposto e, ove l’equità si raggiungesse, tutelarla; una politica territoriale, invece, diviene di fatto razzista, mirando a ottenere sempre più per alcuni, anche a svantaggio di altri e il limite di una tale politica è tutto ad alcuni, niente agli altri.La natura di Movimento, pertanto, non è ideologica, ma pragmatica: mira all’equità, con l’apporto di chi, di volta in volta, condivide le iniziative, per consentire a tutti l’esercizio alla pari dei diritti costituzionali, lo sviluppo delle proprie doti a vantaggio proprio e della comunità, l’espressione delle proprie idee per arricchirla con la diversità.

Perché un Paese ha ragione e diritto di esistere in quanto tale, solo se garantisce tutti i suoi cittadini allo stesso modo; in caso contrario, i discriminati vengono costretti o ad accettare la propria discriminazione quale dato costituivo del Paese, o a rifiutare l’appartenenza al Paese che li vuole discriminati.EcologiaMOVIMENTO 24 AGOSTO, per la tutela del territorio e del futuro delle nuove generazioni è contraria agli investimenti in fonti fossili e sostiene il ricorso a quelle rinnovabili, nel più breve tempo possibile.Un programma di investimenti si sposa perfettamente con le idee ecologiste.

Questo comporterebbe ingenti investimenti pubblici, da veicoli elettrici a nuove reti ferroviarie ad alta velocità da realizzare nelle zone disagiate, assenti principalmente al Sud Italia. Gli investimenti pro-ambiente, comprese le bonifiche di aree inquinate, porterebbero la creazione di milioni di posti di lavoro qualificati, che andrebbero soprattutto a beneficio di comunità svantaggiate e vulnerabili.In Italia, in particolar modo in meridione, la prevenzione del dissesto idrogeologico richiede investimenti aggiuntivi rispetto agli attuali. Vi e’ bisogno inoltre di piani di protezione delle coste e dei porti, e di previsione di inedificabilità per tutte le aree a rischio a causa dell’innalzamento del livello del mare, che la scienza considera come un evento ineluttabile.

La battaglia per la veritàl’Equità si nutre di verità e conoscenza, anche storica; per questo il Movimento promuove la ricerca e la diffusione delle vicende che hanno portato al cumularsi delle disuguaglianze, sino a farle apparire quasi stato di natura o responsabilità, persino antropologica, di chi è costretto a subirle.

Senza verità, la libertà e la democrazia saranno sempre in pericolo.Art. 3 – Tutela delle minoranze e parità di genere1. Il Movimento assicura la rappresentanza delle minoranze adottando, ad ogni livello, sistemi proporzionali di elezione per gli organi collegiali.2. Il Movimento al fine di promuovere l’obiettivo della parità di genere adotta metodi di elezioni che garantiscano la parità di genere negli organi collegiali e per le cariche elettive.Art. 4 – Adesione1.L’adesione a Movimento è individuale, libera e intrasmissibile. Essa si perfeziona con il versamento della quota associativa e conferisce lo status di iscritto per la durata di un anno decorrente dalla data del versamento.

E’ esclusa la tacita proroga del rapporto in caso di mancato versamento della quota annuale di rinnovo dell’iscrizione.2. E’ istituita l’anagrafe degli iscritti. La tenuta e l’aggiornamento dei registri é vigilata dalla Segreteria, che provvede ad includere i nomi dei nuovi aderenti e a depennare quelli che non hanno rinnovato l’iscrizione, ovvero di coloro che hanno esercitato il diritto di recesso o di coloro che siano stati espulsi o sospesi.

Il diritto di recesso è consentito in ogni momento mediante comunicazione scritta diretta al Consiglio Direttivo. All’iscritto che abbia cessato per qualsiasi causa di appartenere al Movimento non è dovuto alcuna liquidazione o rimborso, egli non può ripetere i contributi versati e non ha alcun diritto sul patrimonio dell’Associazione.

La cancellazione dall’anagrafe implica la contestuale decadenza da ogni incarico rivestito.3. L’adesione può essere richiesta da chiunque abbia raggiunto i sedici anni età che sia regolarmente soggiornante e/o residente in Italia. I cittadini italiani possono aderire anche se residenti all’estero.4. L’adesione può avvenire sia recandosi personalmente presso la sede legale del Movimento ovvero online, ovvero secondo ulteriori criteri stabiliti dal Consiglio Direttivo. Non sono ammesse adesioni presso le organizzazioni territoriali, pena la loro nullità.

Con la domanda di adesione il richiedente accetta lo statuto ed i regolamenti e, in particolare, le norme concernenti i suoi diritti e doveri e la norma riguardante l’accettazione della clausola compromissoria, con la quale accetta che le controversie siano devolute alla cognizione di un collegio arbitrale interno. Deve inoltre prestare l’assenso ed autorizzare il trattamento dei dati personali in rispetto alla normativa vigente che regola sia la Privacy che i Dati Personali. E’ tenuto ad indicare un indirizzo di posta elettronica cui ricevere avvisi e comunicazioni.

PER LA VOSTRA ISCRIZIONE ONLINE
Iscriversi al movimento M24A – EQUITA’ TERRITORIALE è semplice e veloce. Basta cliccare sul seguente link hhttp://movimento24agosto.it/pagina-tesseramento/ e seguire le istruzioni.