Calendario Speleo Trekking Salento di ottobre 2017

Speleo Trekking Salento 2017

DOMENICA 1 ottobre
L’ISOLA DEI CONIGLI
Ore 9.oo Catasto.ore 10.oo Bar c/o Lido “Le Dune” Porto Cesareo
Un ottimo inizio di anno trek nei Caraibi del Salento tra deliziose colline e lo splendido mare dell’ovest, arenili ed antiche torri, saliscendi, canali, lo “Scalo di furnu”. Arrivo e sosta sull’isola, allegramente, con il battello Possibile avvistare timidi conigli, fruitori di quell’isola protetta. No difficoltà. Km. 11 ca. Tiket: Taxi boat 4€ A/R. Condurrà Stefano De Donatis

DOMENICA 8 ottobre
ACAIA E LE CESINE
Ore 9.oo Catasto. Ore 10.oo Bar in piazza Castello– Acaia (Vernole)
Mare e terra, arenili, dune, canali e pantani contornati da rigogliosa profumata macchia. Ingredienti per una simpatica giornata di cammino attraverso l’Oasi protetta, le sue testimonianze ma anche le lunghe sterrate e asfaltate, che ci permetteranno di ritonificare i muscoli dopo la troppo rilassante pausa estiva. Non mancheranno cenni sul prestigioso architetto militare Giangiacomo. Solo in un breve tratto potrebbe essere necessario togliere calze e scarpe per non bagnarsi. Km 14 ca di facile. Condurrà Riccardo Rella

DOMENICA 15 ottobre
OASI DELLE API
Ore 9.oo Catasto. Ore 10.oo-alimentari e caffè. P.zza di Borgo Piave (Frigole) LE
Gradevole itinerario pianeggiante tra macchia mediterranea, uliveti, asfalto e lunghe sterrate nei pressi di Frigole, una delle marine leccesi, Alla sosta pranzo, si raggiungerà il luogo dove l’associazione. APIS -Apicoltori Pugliesi ha organizzato un campo base per la ricerca, l’osservazione e l’allevamento delle piccole, ma tanto a noi care,“dolcissime”amichette alate” dalle magliettine gialle a righe scure. Il presidente Maurizio Andrenucci ed esperti apicoltori ci inizieranno, da fuori recinto, in quel mondo spesso sconosciuto. Km 14 ca. scorrevole. Condurrà Riccardo Rella

DOMENICA 22 ottobre
LE QUATTRO COLONNE E SAN MAURO
Ore 9 Catasto. Ore 10.oo Bar Kalamaro
c/o le 4 colonne. S.Maria al Bagno (Nardò)
Un classico tra i nostri itinerari per ritrovarci dinnanzi alla antica, minuscola chiesetta bizantina arroccata sulla serra che si affaccia sul mare di Gallipoli. Un gradevole itinerario tra alti e bassi tra la Montagna spaccata tra sterrate ed asfaltate che discendono verso mare su scogliera bassa, al cospetto della Torre del Fiume con la sorgente che, speriamo, l’affianchi ancora gorgogliante.Km 14 ca. Condurrà Stefano De Donatis.

ATTENZIONE!!! Tra Sabato28/domenica 29, torna l’ora solare; lancette un’ora indietro.

GRECIA SALENTINA 29 (Melpignano)
Ore 9.oo Catasto di Lecce. Ore 10.oo Bar “Light” Piazza A. Vantaggiato- Melpignano
Sapore greco-salentino e di antiche tradizioni; avvicinamento alle accomunanti Pozzelle, alle cripte, ai megaliti ma anche alla storia della Taranta. Una passeggiata tra i ricordi delle

La nostra etica escursionistica

Ogni nostro escursionista si presenterà all’appuntamento trekking in perfetto orario.
Per la riduzione delle spese e dell’inquinamento ambientale si consiglia di mettere a disposizione degli altri la propria auto.
Chi usufruirà dell’auto altrui dovrà educatamente condividerne le spese con un contributo che terrà conto del chilometraggio.

L’escursionista, ospite nella natura, procederà con lo sguardo e con lo spirito attenti allo splendore del creato, assaporandone l’essenza, gustandolo in ammirazione profonda, cogliendone ogni sfumatura.
Non procurerà alcun danno all’ambiente e ridurrà al minimo quello inevitabilmente procurato dal proprio calpestio.
La fila indiana che ci permette di non danneggiare le colture, sarà affidata alle disposizione del Capo gruppo e, ancor più, alla saggezza sussurrata dal proprio, maturo intelletto per rispetto per il lavoro nei campi .
È inopportuno ed irriverente “tagliare” durante il percorso gli angoli dell’itinerario, esibendosi in estemporanee scorciatoie perché il Capo gruppo traccia in maniera consapevole, in considerazione dei vincoli delle proprietà e delle coltivazioni.

Tutti i nostri rifiuti biodegradabili e non, dovranno essere raccolti in un sacchetto che non dovrà mancare al seguito.

I fiori e le piante abbelliscono il contesto naturalistico. Per far loro assolvere alle diverse funzioni sarà giusto non coglierli.
Gli animali, diversi solo per forma ed evoluzione, fanno parte del nostro stesso regno: sono parte integrante del pianeta e della natura, sono vivi, soffrono come noi, assolvono alle più disparate e utili funzioni; è bello incontrarli liberi e come tali, non andranno molestati né catturali né, tantomeno, uccisi.
Solo per evitare pericoli non possiamo accettare i cani.

La socializzazione è opportuna ed assai gradita nei tantissimi momenti ove è possibile procedere in gioiosa allegria ed in piena armonia. Ogni nostro ecoescursionista è cosciente che il brusio con rispettoso buonumore, potrà tornare salutare per sé e per la natura tutta che gioisce nel sentirci passare.
Chi è con noi, nel massimo rispetto di ogni cosa, sa che in alcuni momenti è educato osservare il silenzio per non arrecare disagio alle creature che nidificano o per gustarne il loro cinguettio o cicaleccio.
Attenzione: un ciottolo fatto ruzzolare da un dirupo può trasformarsi in grave pericolo per chi avesse la sventura di trovarsi più in basso.
Il fuoco dovrà essere accuratamente spento. Per formare un bosco occorrono centinaia di anni, per generare un piromane basta un istante di inconsapevole ma stupida follia.

Per aderire alle nostre iniziative potrai compilare lo stampato predisposto, rivolgendoti al dr. Antonio Perulli. Contributo alle spese, stagione 2017-2018, €. 50,00 comprensivo di iscrizione ed assicurazione CSI. Ai fini assicurativi sarà necessario indossare calzature da trekking. DA SUBITO OBBLIGATORIO IL CERTIFICATO MEDICO PER ATTIVITA’ NON AGONISTICA.

Rete dei Cammini
Centro sportivo italiano

—–I motti di Riccardo—–
“Amare, proteggere, penetrare le origini”

“In un mondo che tende a dividere SpeleoTrekking aggrega”

“La banalità del vistoso ed effimero apra alla nobile dignità dell’essenziale”

“L’immaturità matura con la maturità”

“Il fico è gustosissimo perché assume il sapore della sua compagna”

“L’occhio (no l’ozio) è il padre dei vizi”

VENTENNALE di SpeleoTrekking
1997/2017. Si ricomincia!!!

SpeleoTrekkingSalento
V.le Gallipoli 18, LECCE ww: trekkingsalento.it
e-mail: [email protected]
Tel. 333-3051934- Riccardo Rella
330-941739- Antonio Perulli

Trekking settimanale da ottobre a maggio 2018-

I NOSTRI GRANDI TREKKING STORICI
“Cammino Leucadense” da Brindisi a Leuca. Come da noi voluto, ininterrottamente, da 14 anni ed ora confermato, anche, dalla Regione Puglia, LEUCA diventa “Terminale oltre che Convergenza delle Vie Francigene nel sud e d’Europa”. Km146, 6 tappe: aprile/maggio 2018.
“Leuca Terminale Francigeno, ora, ha un nome:
Riccardo Rella e SpeleoTrekkingSalento”

*TranSalentina del Sole” Ponte della Fratellanza* Marcia istmica Otranto-Gallipoli
unica tappa di 50 km. Decennale: Aprile 2018.

-OTTOBRE 2017-
Desideri ritrovarti in compagnia di amici, incontrare tantissime nuove persone, camminare insieme respirare aria pulita e socializzando in serenità?
L’Ass. SpeleoTrekkingSalento
“pioniera in Terra d’Otranto”, ti attende.
Con il presidente Riccardo Rella, sin dal 31-01-1993, il padre del trekking-Hiking nel Salento, il trekking è settimanale e completato dalla saggia amministrazione del vice dott. Antonio Perulli, dalla lodevole professionalità del ricercatore storico prof. Ezio Sarcinella, dalla continua disponibilità al rilevamento Gps della prof.ssa Silvana De Castro, dalla competenza del web master Andrea Nicolini, dalla collaborazione delle guide: Silvia C. e Carlo B, Fernando A. Gigi G. Stefano. DD.
Antonio R. Emanuele C. Donato M. Cosimo A. Silvestro M. e di tutti i nostri inarrestabili trekkers.

PER PRIMI, FIN DAL 31 GENNAIO 1993, CONTINUIAMO A CALCARE E IRRADIARE ININTERROTTAMENTE E CAPILLARMENTE, CON ASSORDANTE PASSAPAROLA, LA TERRA SALENTINA NEL MONDO, ALL’EPOCA, QUASI LETTERALMENTE SCONOSCIUTA ALLE MASSE, DA QUELLA DATA, IL RITORNO TURISTICO, CHE E’ SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI, HA SUPERATO OGNI NOSTRA ASPETTATIVA. NE SIAMO FIERI !

STS SpeleoTrekkingSalento
Una palestra aperta nella magia, ammirazione e bellezza del territorio, nel rispetto totale del creato; quello che ti ci vuole per ammortizzare, per un po’, i problemi quotidiani, per convivere bene con te stesso e con gli altri. Zainetto in spalla e…via!
Scarpette comode gommate, Jeans lunghi, acqua, colazione, k-way o ombrellino retrattile
Non rimanere indietro, non perderti durante il cammino ma, se dovesse succedere, chiama i nostri numeri. A fine escursione verremo a riprenderti. In caso di pioggia, alla partenza, l’escursione verrà rinviata.

Novoli, in 100mila per la Focara con Capossela: via al piano antiterrorismo

Il clou lunedì 16 gennaio: saranno posizionate transenne sulle principali vie d’accesso al paese effettuati controlli alla stazione e nelle aree parcheggio, perquisiti i mezzi pesanti che stazionano vicino al falò

focara-novoli

Conto alla rovescia per l’accensione della Focara di Novoli, il più grande falò del Mediterraneo dedicato a Sant’Antonio Abate, che ogni anno il 16 gennaio illumina la notte del Salento. La macchina organizzativa è in moto già da mesi per accogliere al meglio le migliaia di persone che raggiungeranno il piccolo centro a dieci chilometri da Lecce, dopo che l’edizione dello scorso anno toccò quota 120.000 presenze nei tre giorni più importanti.

E proprio in considerazione del gran numero di partecipanti previsti, è stato elaborato un piano sicurezza con misure antiterroriosmo già sperimentate in occasione di grandi eventi estivi come la Notte della taranta. Saranno posizionate transenne sulle principali vie d’accesso al paese (nell’area della Fòcara sarà consentito soltanto alle auto dei residenti e ai mezzi autorizzati), saranno effettuati controlli alla stazione e nelle aree parcheggio, perquisiti i mezzi pesanti che dovranno stazionare vicino al falò e sistemate le barriere di pre-filtraggio nell’area concerti.

foto-gianfranco-gabrieli

Le barriere posizionate per la strada, misure antiterrorismo…!?

La festa si articola in diverse giornate, ma la sera di lunedì 16 è certamente quella in cui è previsto il maggiore afflusso verso Novoli. Dopo la tradizionale benedizione del pomeriggio, alle 20 è prevista l’accensione della pira e, a seguire, il concertone a cui partecipa fra gli altri Vinicio Capossela. Treni speciali delle Ferrovie Sud Est sono a disposizione per limitare l’uso di automobili (dalle 15.30 a mezzanotte e mezzo) con partenza da Lecce, Guagnano, Campi e Salice. Previste anche aree parcheggio all’arrivo a Novoli delle strade e aree di sosta specifiche per le persone disabili.

Ricchissimo il programma degli appuntamenti, cominciato con la ‘festa della vite’ dell’11 dicembre, che ha dato il via alla costruzione della pira alta 25 metri e larga 20, con le sue 90.000 fascine che saranno accese con un grande spettacolo pirotecnico a cui seguirà l’esibizione del corpo di ballo della Notte della taranta. Un pezzo importante del programma sarà come sempre la rassegna FocarArte, a cura di Giacomo Zaza, che quest’anno ha voluto Daniel Buren come firma del manifesto dell’evento e autore dell’installazione sul falò.

Momento clou l’inaugurazione delle mostre nel Palazzo baronale di Novoli (domenica 15 gennaio alle 20,30): oltre a Buren, protagonisti Sisley Xafa, e H.H. Lim. Già visitabile dal 10 gennaio, inoltre, la mostra ‘Il vento devoto. Ventagli d’autore per Santi Patroni’ di Antonio Chiarello, nella chiesa di Sant’Oronzo. Mentre nella drogheria delle arti è stata allestita la mostra dedicata a Duilio Natale, madonnaro, pittore, suonatore di organetto e fisarmonica.

Numerose anche le presentazioni di libri e incontri con gli autori: dopo la lectio magistralis tenuta da Nicola Lagioia e il dibattito con Pietrangelo Buttafuoco, il 15 gennaio alle 21 nel

teatro di Novoli Don Pasta racconta il rapporto tra cibo e fuoco. Per il concertone del 16 sul palco, oltre a Vinicio Capossela anche Ritmo Binario, NeroDalia, The Ephemerals, Jolly Mare live e Acid Arab. Poi festa ancora il 17 e 18 gennaio con spettacoli pirotecnici pomeridiani, concerti serali (curati da Loris Romano) e stand in cui trionferanno i sapori del Salento. Gli appuntamenti proseguono fino al 29 gennaio. Tutte le informazioni sul programma sono disponibili sul sito www.focara.it.

Fonte: http://bari.repubblica.it/